Roaming: Gratis in Europa con Proroga 10 Anni fino al 2032

Aggiornato:
min. | Tempo di Lettura
Cambio Operatore con Offerta InternetCambia Operatore con Selectra

Cambia operatore: 150 GB in 5G a partire da 7,95 €/mese!

Servizio Gratuito di confronto e attivazione offerte disponibile dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 13

Risparmia Internet con SelectraRisparmia Internet con Selectra

Cambia operatore: 150 GB in 5G a partire da 7,95 €/mese!

Servizio Gratuito di confronto e attivazione offerte disponibile dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 13

Proroga Roaming 2032
Roaming Like at Home: la proroga e tutte le novità per chi viaggia in UE

Roaming prorogato fino al 2032! È arrivata la proroga del Roaming Like At Home per fruire gratuitamente del traffico dati in UE. Cosa cambia e tutte le ultime novità sul nuovo roaming gratuito in Europa.

  • Accordi di Roaming estesi al 2032: cosa c'è da sapere
  • I nuovi provvedimenti previsti dal regolamento entreranno in vigore a partire dal 1º luglio 2022;
  • Potrai navigare in Roaming con le stesse prestazioni e velocità previste dal tuo bundle in Italia, salvo impossibilità strutturale;
  • Il costo del traffico dati all'ingrosso tra gli operatori decrescerà fino a 1€/GB entro il 2027;
  • Se stai cercando la tua prossima offerta di telefonia mobile, puoi richiedere il supporto gratuito di un esperto Selectra al numero 02 829 503 14.al numero 02 829 503 14.prendendo un appuntamento.prendendo un appuntamento. Potrai confrontare e attivare, senza costi aggiuntivi, la migliore promozione per le tue esigenze.

Roaming Like At Home: Proroga al 2032

Chi è stato all'Estero almeno una volta conosce già l'utilità del roaming, insieme all'importanza di parlare e utilizzare la connessione internet utilizzando il proprio bundle dati senza erodere eccessivamente il proprio credito mentre si è all'estero. Il 24 marzo 2022 il Parlamento europeo ha rinnovato la validità degli accordi di Roaming RLAH, ribadendo così l'assenza di sovrapprezzi rispetto al roaming nazionale. In particolare, il noto Roaming Like at Home (RLAH), è un servizio già approvato ed entrato in vigore il 15 giugno 2017 con regolamento europeo 2016/2286, che ha consentito di chiamare e navigare in Europa sfruttando le soglie dell'abbonamento come nel Bel Paese.

Con il termine degli accordi al 30 giugno 2022, l'attesissima proroga degli accordi prolunga la misura concordata tra i Paesi dell'Unione fino al 2032. Da leggersi come prodotto di una collaborazione di fine 2021 tra Consiglio Europeo e Parlamento Europeo, allo stato attuale bisogna ricordare che il roaming like at home ha aiutato circa 170 milioni di persone a risparmiare denaro durante i propri viaggi, consentendo di sfruttare la propria offerta internet mobile come se si fosse in Italia.

Roaming RLAH: i Paesi dove si può navigare senza costi: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria, Islanda, Liechtenstein, Norvegia. Il Regno Unito non aderisce agli accordi (possono essere addebitati costi).

Roaming Gratis: Tutte le Novità

Le nuove disposizioni sul roaming dati prevedono un obbligo nei confronti degli operatori telefonici che erogano servizi in roaming, in particolare nel consentire all'utente le medesime prestazioni relative a velocità di connessione di cui quest'ultimo può fruire nel paese di residenza. In parole povere, se in Italia utilizzi un abbonamento 4G, viaggiando in Europa potrai continuare a fruire di servizi in 4G, evitando lo switch in roaming su tecnologie di rete inferiori: 2G e 3G. Su questo, è ammessa la deroga solo nel caso di impossibilità fisica e tecnica dell'infrastruttura di rete nel consentire il mantenimento delle prestazioni previste nel proprio paese.

Roming Proroga 2032

Un secondo obbligo per gli operatori, consiste nel dover informare gli utenti sui numeri di emergenza: in cosa consiste? Una volta che avrai agganciato in roaming la rete di un operatore telefonico estero, quest'ultimo avrà obbligo di inviarti un SMS che ti ricorderà che l'accesso ai servizi di emergenza è possibile telefonando gratuitamente al numero unico di emergenza europeo 112; gli operatori devono inoltre fornire la posizione esatta del chiamante in caso di richiesta di emergenza e comunicare all'utente in merito a possibili canali alternativi per accedere ai servizi di emergenza. L'ultima specifica si rende particolarmente importante soprattutto nel caso di utenti affetti da disabilità che non potrebbero richiedere assistenza e supporto tramite una chiamata vocale.

Roaming Estero: I Giga all'Ingrosso Costano Meno

L'RLAH, il roaming-like-at-home, prevede anche nuovi prezzi in vigore tra operatori per gli addebiti del traffico dati che l'utente compie utilizzando la rete estera di un gestore. Dal 1° Gennaio 2022 il roaming dati prevede costi all'ingrosso di 2,50 €/gigabyte (IVA esclusa), ma si prevedono diminuzioni scalari e progressive fino a 1€/GB nel 2027. Su tali importi sarà AGCOM, Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, insieme all'agenzia europea BEREC a vigilare sulle soglie di prezzo regolamentate, come previsto dalla normativa europea.

Cosa succede se in roaming consumo più Giga rispetto a quelli previsti dal mio abbonamento? È stato stabilito che il costo in extra soglie del traffico dati non possa superare il costo dei massimali del roaming all'ingrosso.

Chiamate in Roaming: Devono costare meno, ma...

I nuovi provvedimenti sul roam like at home hanno certamente posto un ulteriore dubbio in merito al costo per le chiamate fatte da paesi dell'UE, verso altri paesi dell'Unione. Nel dettaglio, i costi per le chiamate in roaming intra-UE sono bloccati a 19 centesimi di euro al minuto. Nel dialogo tra Parlamento e Consiglio europeo l'interlocuzione ha evidenziato la necessità di ridurre, se non proprio azzerare, l'esborso per le chiamate comunitarie in roaming.

Anche se non si prevedono sviluppi nel breve termine, l'intenzione di rimuovere questo ostacolo ulteriore è manifesta: l'accordo con i vari Paesi membri cede il passo alla Commissione europea che valuterà in merito alla possibile riduzione o eliminazione dei costi.

Leggi più contenuti di Offerta-Internet by Selectra! Leggi le ultime notizie e condividi il nostro Canale Telegram Selectra Internet.

Ti potrebbe interessare anche