AGCOM: Cos'è, lo Speed Test e i Contatti del Garante

Confronto Offerte Internet Wifi CasaConfronto Offerte Internet Wifi Casa

Confronta le Offerte di Gennaio 2023: Fibra a 19,90 €/mese

Offerta in scadenza, chiedi info: servizio gratuito e senza impegno.

Confronto Offerte Internet Wifi CasaConfronto Offerte Internet Wifi Casa

Confronta le Offerte di Gennaio 2023: Fibra a 19,90 €/mese

Offerta in scadenza, chiedi info: servizio gratuito e senza impegno.

agcom
Di cosa si occupa l'AGCOM, i contatti e come fare lo speed test | Credits: AGCOM

AGCOM, acronimo di Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, è un'istituzione nata con la legge n° 249 del 1997 con il compito di regolamentare e controllare il settore delle telecomunicazioni.


  • I progetti dell'AGCOM in sintesi:
  • L'AGCOM ha realizzato la piattaforma ConciliaWeb per la risoluzione delle controversie tra utenti e operatori;
  • Ha, inoltre, approvato il progetto "Misura Internet" per certificare la reale velocità della connessione internet;
  • Ha come obiettivo quello di tutelare il pluralismo delle scelte ed opinioni degli utenti verificando che ci sia il rispetto delle norme da parte degli operatori telefonici.

Agcom: Cos'è l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni?

L'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni o AGCOM è un ente indipendente nato con la legge 249 del 1997. Il Parlamento ne ha stabilito le funzioni, i poteri, lo statuto e i componenti. La sua fondazione è stata voluta per garantire la corretta competizione degli operatori telefonici sul mercato e la tutela della libertà d'acquisto da parte degli utenti.

Come Autorità di garanzia ha il duplice compito di regolamentare e controllare i settori delle telecomunicazioni, dell'audiovisivo, dell'editoria e delle poste in risposta all'evoluzione costante del settore digitale. Tale scelta rispetto all'operato dell'Autorità è stata adottata anche da altri enti a livello europeo e internazionale al fine di poter allineare la Nazione rispetto alla crescita esponenziale del mercato delle tecnologie a servizio della comunità.

Da chi è costituita l'AGCOM?

L'AGCOM è costituita da membri esperti che fanno capo al Presidente, Giacomo Lasorella. Nello specifico, gli organi sono: il Presidente; la Commissione per le Infrastrutture e le Reti; la Commissione per i Servizi e i Prodotti ed il Consiglio.

giacomo lasorella presidente agcom
Giacomo Lasorella, Presidente AGCOM | Credits: AGCOM

Come anticipato, ogni organo che fa parte dell'AGCOM è stato eletto dal Parlamento al quale l'Autorità risponde del proprio operato. Nello specifico, le 2 commissioni sono costituite a loro volta da un presidente e due commissari. Più nel dettaglio, la Commissione per i Servizi e i Prodotti è costituita da:

  • Presidente: Giacomo Lasorella;
  • Commissari: Laura Aria ed Elisa Giomi.

La Commissione per le Infrastrutture e le Reti, invece:

  • Presidente: Giacomo Lasorella;
  • Commissari: Antonello Giacomelli e Massimiliano Capitanio.

Invece, il Consiglio è costituito dal Presidente e da tutti e 4 i commissari sopracitati.

Di Cosa si Occupa l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni?

L'Agcom si occupa di una serie di importanti mansioni, tra le quali:

  • Studio del mercato: svolge ricerche volte a promuovere l'innovazione tecnologica, lo sviluppo del settore delle comunicazioni e dei relativi servizi multimediali;
  • Regolamenta il rilascio delle autorizzazioni relative alle attività radiotelevisive, avvalendosi delle direttive approvate dallo stesso Consiglio;
  • Verifica della corretta diffusione dei sondaggi politici e tutela sulle reti radiotelevisive in tempo di elezioni e si assicura che venga rispettata la par condicio;
  • Controllo del rispetto delle norme vigenti nei suoi ambiti d’intervento ed espressioni di pareri su eventuali provvedimenti e inadempienze;
  • Emanazione di direttive sulla qualità dei servizi messi a disposizione dai gestori telefonici al fine di favorire la diffusione di tecnologie sempre migliori;
  • Regolamentazione del settore postale in termini di qualità del servizio offerto in merito al monitoraggio della concorrenza, delle tariffe e analisi.

Il resoconto di queste attività viene presentato entro il 30 giugno di ogni anno al Presidente del Consiglio dei Ministri attraverso una relazione annuale. Ogni tre mesi, inoltre, l'AGCOM pubblica l'Osservatorio sulle Comunicazioni, una relazione contenente informazioni importanti su tutti gli operatori attivi in questo settore: dai gestori telefonici, ai media online passando anche per i servizi relativi alle spedizioni.

AGCOM e ConciliaWeb: Cos'è?

ConciliaWeb è una piattaforma telematica gratuita ed accessibile a tutti realizzata dall'AGCOM. Ha lo scopo di facilitare gli utenti nelle procedure di conciliazione con gli operatori telefonici (da qui il nome della piattaforma online). Ciò significa che, se si ha un problema con il proprio operatore telefonico, in buona parte dei casi, ci si può affidare a ConciliaWeb per la sua soluzione.

Il procedimento di conciliazione, in particolare, si compone di più fasi ed è disciplinato dal "Regolamento per la soluzione delle controversie tra utenti e operatori di comunicazioni elettroniche", noto anche come Delibera n°203/18/CONS.

È possibile utilizzarlo, per esempio, se si desidera contestare delle bollette telefoniche oppure la sospensione o l’aggiunta al proprio piano tariffario di servizi senza il proprio consenso.

ConciliaWeb AGCOM: Come Accedere alla piattaforma?

Le fasi da seguire per accedere a Conciliaweb sono:

  1. Accedi alla pagina di Login tramite: SPID o CIE (Carta d'Identità Elettronica);
  2. Inserisci i dati che mancano tra quelli inseriti, ad esempio tramite SPID;
  3. Una volta fatto l'accesso all'Home Page puoi inserire l'istanza di conciliazione, oppure se ne hai già creata una, nel menù a sinistra hai a disposizione 3 liste circa i procedimenti in corso.
conciliaweb come funziona
Come funziona Conciliaweb? | Credits: AGCOM

Nel caso fosse la prima volta che effettui l'accesso al sito, puoi inserire un'istanza cliccando sul tipo di servizio e compilando l'apposito modulo fornendo:

  • Dati anagrafici e personali: nome, cognome, domicilio o residenza;
  • Numero utenza legata ed interessata dal disservizio, se per servizio telefonico oppure codice utente per altre categorie di servizi;
  • Nome dell'operatore di telefonia;
  • Motivazioni circa la segnalazione;
  • Richiesta in termini economici, se è possibile, di risarcimento o rimborso.

Una volta inserita l'istanza online, verrà generato in automatico un fascicolo comprensivo di tutte le informazioni date dall'utente che potrai visualizzare nella tua area riservata. Con l'avvio della procedura della conciliazione, l'Autorità comunicherà alle parti la fattibilità della richiesta entro 10 giorni lavorativi.

Nel caso in cui avessi domande in merito, AGCOM mette a disposizione una sezione dedicata alle FAQ su ConciliaWeb o Domande poste di frequente, che può essere utile a chiarire qualche dubbio sulla procedura di conciliazione.

Come Funziona la Procedura di Conciliazione?

La conciliazione è uno scambio di comunicazioni in modalità asincrona tra le parti interessate ed il conciliatore che riguardano:

  • Eventuali addebiti (roaming, servizi non richiesti o a sovrapprezzo);
  • Restituzione del deposito cauzionale o del credito residuo;
  • Importi relativi alla disdetta o al trasloco dell'utenza verso un altro operatore;
  • Ritardo in merito alla cessazione del servizio in seguito al recesso da un contratto.

Per ogni comunicazione effettuata o evento verificatosi, le parti ricevono una notifica via e-mail o sms. In alcuni casi, la conciliazione deve essere svolta in videoconferenza accedendo ad un link fornito all'interno del fascicolo. Se l'esito della richiesta è positivo, il conciliatore compila un verbale in cui definisce l'accordo preso a conclusione della controversia. Nel caso in cui non si raggiungesse alcun accordo, il conciliatore attesta l'esito negativo all'interno del verbale e in questa circostanza, sarà necessario procedere altrimenti, ovvero:

  1. Approfondendo con il Co.re.com (Comitato Regionale delle Comunicazioni) la controversia;
  2. Facendo ricorso alla Magistratura (Giustizia Ordinaria).

Conciliaweb: dal 2023 anche per i Fornitori di Servizi Media Audiovisivi

Dal 1° febbraio 2023, Conciliaweb sarà valida anche per i fornitori di servizi media audiovisivi. È stata avviata, infatti, una consultazione pubblica volta a raccogliere informazioni al fine di tutelare ulteriormente i consumatori. In particolare, come riportato nel Comunicato stampa pubblicato il 26 ottobre 2022:

L'Autorità si appresta a completare, entro l’anno, il quadro di regole che disciplineranno in modo innovativo, la fornitura di servizi media audiovisivi in live streaming mediante Internet, garantendo un corretto assetto concorrenziale e le necessarie tutele per i consumatori, anche in termini di risoluzione delle controversie e ottenimento dei dovuti indennizzi.

AGCOMagcom.it

Tale consultazione durerà 30 giorni a partire dalla data sopracitata e ha come obiettivo quello di assicurare ai fruitori di servizi di streaming online un servizio sempre migliore. Al momento, in particolare, l’attenzione dell’AGCOM è orientata soltanto a regolamentare i fornitori di servizi media audiovisivi che trasmettono eventi online definiti “di particolare interesse pubblico”, secondo quanto riportato dal Decreto ministeriale 27 maggio 2022.

A Cosa Serve e Come Fare lo Speed Test Nemesys dell'AGCOM?

AGCOM ha approvato il progetto Misura Internet nato nel 2016 e frutto degli studi sui livelli di qualità dei servizi internet, che aiuta gli utenti a comprendere le performance di velocità della propria connessione. Del progetto fa parte un tool di speed test chiamato Ne.Me.Sys. (Network Measurement System) che permette di effettuare uno speed test volto a misurare e certificare ufficialmente la velocità della propria connessione internet.

Il suo vantaggio, in particolare, è quello di produrre una certificazione legale utilizzabile per ricorrere a una disdetta per una giusta causa con il proprio operatore internet nel caso in cui non vengano rispettate le velocità minime garantite. Nemesys, infatti, fornisce a chi lo utilizza tutte le informazioni relative alla latenza e alla velocità di internet della propria connessione.

In definitiva, è uno strumento utile se hai attivato un'offerta internet casa in rete ADSL o in fibra ottica e ti sei accorto che la performance della tua connessione non raggiunge la velocità minima garantita dal tuo operatore internet.

Cos'è la Banda Minima Garantita? Per Banda Minima Garantita, spesso abbreviata con gli acronimi BMG o MCR (Minimum Cell Rate), si intende la velocità minima di connessione che l'operatore garantisce al cliente. È un valore sotto il quale la velocità della connessione non scende neanche quando la rete è congestionata (quando più utenti condividono la stessa rete internet).

Speed Test Ufficiale di Agcom: Come Funziona?

Per accedere alla piattaforma Misura Internet, dovrai connettere il modem a un PC tramite cavo Ethernet e procedere con il Login al sito tramite SPID in modo da accedere all’area utente. Nell'area riservata, dovrai cliccare su Download per scaricare Nemesys: il software è compatibile con la maggior parte dei sistemi operativi.

Una volta scaricata la piattaforma, avvia lo speed test. L'intera misurazione viene svolta per più sessioni per un totale di circa 3 giorni durante i quali si consiglia di usare il meno possibile il dispositivo. Il punto di forza di Ne.Me.Sys è che misura solo i fattori relativi alla rete dell'operatore telefonico con cui hai sottoscritto l'offerta internet. Se i parametri di rete non dovessero corrispondere alla banda minima garantita dalla compagnia telefonica, puoi mandare il certificato che attesta la misura della velocità di connessione consultando la tua area privata. Qui, clicca su "Invia reclamo all'operatore" che dovrà ripristinare la rete entro 30 giorni.

A distanza di 45 giorni dalla prima misurazione puoi effettuarne un'altra per valutare se il gestore telefonico ha migliorato i parametri di rete come previsti nel contratto. Se questo non dovesse accadere, puoi comunicare il recesso dal contratto via Raccomandata A/R senza dover corrispondere costi extra e rispettando il preavviso di 30 giorni.

In alternativa, puoi richiedere al tuo operatore internet di modificare la propria offerta sostituendola con un'altra a prezzo inferiore ma comprensiva della stessa tecnologia di rete.

Quando e Come Rivolgersi all'AGCOM?

Per segnalazioni o in generale, per rivolgersi all'AGCOM sono a disposizione diversi recapiti. L'Autorità ha attivato un "Contact Center" disponibile dal lunedì al venerdì, dalle 10:00 alle 14:00 che può essere contattato da telefono fisso, cellulare o dall'estero. Oltre al numero di telefono, sono a disposizione degli utenti, anche altre modalità per mettersi in contatto con l'AGCOM e ricevere assistenza. Li abbiamo riassunti nella tabella sottostante.

Come Rivolgersi all'AGCOM?
Servizio Contatti AGCOM
Numero verde AGCOM da telefono fisso 800.185.060
Numero AGCOM da cellulare o dall'estero 081.750750
Indirizzo e-mail [email protected]
Indirizzo PEC [email protected]
Sito web ufficiale AGCOM agcom.it
Account social AGCOM LinkedIn, Twitter, Facebook, Instagram, Youtube

Il servizio di assistenza offerto dall'Autorità è sempre gratuito.

Agcom e i suoi Princìpi sui Canali Social

L'AGCOM, nata il 31 luglio 1997 e oggi con più di 25 anni all'attivo a tutela dei diritti degli internauti ribadisce quanto sia importante la difesa a garanzia dei diritti del consumatore, soprattutto circa la libera scelta dei terminali (modem e router) e di quanto fondamentale sia l'ottenere informazioni certe in merito all'accesso ai servizi a banda ultralarga, oltre a promuovere livelli qualitativi dell'accesso a internet al passo con il processo tecnologico. Questi principi, importantissimi ad esempio anche in occasione dell'esecuzione della portabilità del numero fisso, o di una migliore fruizione del servizio di roaming, vengono ribaditi online anche attraverso i canali sociali dell'autorità con l'hashtag #AGCOMPerlitaliaDigitale.

Aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche